Jun
13
2013

IVASS - Prova di idoneità: modalità di svolgimento della prova scritta

Modalità di svolgimento della prova scritta dell'esame intermediari

L’esame scritto relativo alla prova di idoneità, sessione 2012, per l’iscrizione nel Registro degli Intermediari assicurativi e riassicurativi, indetta con Provvedimento n. 3027 del 10 dicembre 2012, che avrà luogo in Roma, presso la Nuova Fiera di Roma, ingresso Nord, Via Portuense 1645-1647, il giorno 18 luglio 2013, alle ore 9,00 sarà articolato come segue:

  • per il Modulo assicurativo: un questionario a risposta multipla articolato in 50 quesiti.
  • per il Modulo riassicurativo: un questionario a risposta multipla articolato in 20 quesiti.
  • per il Modulo assicurativo e riassicurativo: un questionario a risposta multipla articolato in 70 quesiti.

Il tempo assegnato ai candidati per lo svolgimento dell’esame scritto è fissato in 75 minuti (pari a 1.5 minuti per ciascun quesito) per il Modulo assicurativo 30 minuti (pari a 1.5 minuti per ciascun quesito) per il Modulo riassicurativo 105 minuti (pari a 1.5 minuti per ciascun quesito) per il Modulo assicurativo e riassicurativo

Per lo svolgimento dell’esame scritto non sarà consentito l’utilizzo di testi, appunti o altri strumenti di ausilio quali, ad esempio, codici, personal computer, tablet, calcolatrici e dispositivi assimilabili.

I candidati sono tenuti a presentarsi, nel giorno e nell’ora sopraindicati, muniti di un documento di riconoscimento e consegnare una o più marche da bollo per un importo complessivo pari a € 14,62.

AVVISO SULLE MODALITA DELLA PROVA_intermediari.pdf (293,20 kb)

Jun
12
2013

IVASS - Soluzioni per le polizze vita dormienti al centro dell'incontro tra IVASS e Associazioni dei consumatori

Comunicato stampa dell'11/6/2013 - Soluzioni per le polizze vita dormienti, per eliminare la disparità di trattamento tra clienti bancari e clienti assicurativi.

COMUNICATO STAMPA DELL’11 GIUGNO 2013 

Soluzioni per le polizze vita dormienti, per eliminare la disparità di trattamento tra clienti bancari e clienti assicurativi. Questo il tema principale che IVASS e Associazioni dei Consumatori hanno affrontato nel corso dell’incontro, svoltosi nell’ambito delle periodiche consultazioni tra l’Autorità di vigilanza e le Associazioni. Erano presenti i rappresentanti di Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Federconsumatori, Lega Consumatori e Movimento Consumatori. IVASS e Associazioni hanno convenuto sulla necessità di eliminare la disparità di trattamento tra clienti bancari e clienti assicurativi agendo su due direttrici: 

  • una modifica legislativa che consenta ai titolari di polizze vita “dormienti” di chiedere il rimborso delle somme devolute al Fondo “Rapporti dormienti” entro 10 anni dalla devoluzione, come già avviene per i conti correnti.
  • nel frattempo, una soluzione che consenta di mettere a disposizione dei titolari di polizze dormienti devolute al Fondo, i fondi avanzati dalla prima tranche di rimborsi gestita dalla CONSAP e conclusasi il 15 aprile u.s.

IVASS e Associazioni dei consumatori hanno inoltre concordato sull’importanza che venga introdotto anche nel settore assicurativo un sistema alternativo di risoluzione delle controversie per offrire agli assicurati un'alternativa più rapida ed economica rispetto al ricorso al giudice e per realizzare un effetto deflattivo del contenzioso e dei relativi costi. Le Associazioni hanno vivamente auspicato la creazione di un organismo analogo all’Arbitro Bancario Finanziario che si è rivelato efficace e largamente utilizzato. 

Infine, IVASS ha confermato la massima attenzione dell’Autorità sul tema delle polizze connesse a mutui e finanziamenti, informando di aver avviato approfondimenti anche con accertamenti in loco al fine di verificare la correttezza delle pratiche di vendita. 

Il prossimo incontro è stato fissato il 18 settembre per fare il punto delle iniziative realizzate a seguito degli incontri periodici tra IVASS e Associazioni dei Consumatori e per affrontare i temi del tacito rinnovo delle “polizze abbinate” ai contratti r.c. auto (furto, incendio, infortuni del conducente …) e delle polizze collegate alle bollette per la fornitura di energia, gas, ecc…

IL COMUNICATO

Jun
7
2013

Corsi IVASS di AC Formazione, scopri le nostre offerte!

Formazione Professionale Base 60 ore Aggiornamento Professionale 30 ore Formazione Professionale base 30 ore(Aula Virtuale) Aggiornamento Professionale 15 ore(Aula Virtuale) Formazione Base 30 ore(FAD) Aggiornamento Professionale 15 ore (FAD)

I corsi IVASS di AC Formazione

sfoglia il catalogo e scopri le nostre offerte!

 

 

CATALOGO CORSI IVASS 2013

Jun
7
2013

IVASS - COMUNICATO STAMPA DEL 6 GIUGNO 2013

Il Consiglio dell’IVASS ha deliberato il piano di riassetto organizzativo e il nuovo organigramma dell’Istituto. Si è stabilito inoltre la ripartizione delle funzioni tra i vari dirigenti, a seguito di uno screening accurato delle competenze e delle aspirazioni del personale.

 

Il Consiglio dell’IVASS ha deliberato in via definitiva, nella seduta del 5 giugno, il piano di riassetto organizzativo e il nuovo organigramma dell’Istituto, così come delineato nella riunione del Consiglio del 24 aprile scorso secondo la tempistica di legge. Nella medesima seduta il Consiglio ha stabilito la ripartizione delle funzioni tra i vari dirigenti, a seguito di uno screening accurato delle competenze e delle aspirazioni del personale.

Il nuovo assetto entrerà in vigore il prossimo 10 giugno. Il riassetto è frutto di un gruppo di lavoro interno di cui hanno fatto parte esponenti dell’IVASS e della Banca d’Italia al fine di trarre vantaggio anche dalla esperienza maturata nella Banca. Esso ha recepito altresì le osservazioni ricevute dal Fondo Monetario Internazionale nella visita ispettiva dello scorso gennaio. 

La nuova organizzazione dell’Istituto risponde a criteri di maggiore efficacia nell’azione ispettiva, maggiore focus sull’attività propria di ciascun Servizio, istituzione di nuove funzioni, ritenute necessarie, ricerca della massima efficienza possibile in un’ottica di contenimento dei costi.

Tra le principali innovazioni vi sono: 

o la creazione di un Servizio Ispettorato, fulcro dell’attività di vigilanza futura anche grazie a una maggiore incisività dell’azione ispettiva; 

o l’assegnazione della vigilanza cartolare ad un unico Servizio di Vigilanza Prudenziale, che si concentra sull’attività off-site. Il superamento della precedente impostazione su due Servizi consentirà di conseguire maggiore efficienza e di superare ogni possibile asimmetria di comportamento; 

  • l’ampliamento dei compiti del Servizio Tutela del Consumatore, che si occuperà anche dell’attività di vigilanza sulle imprese che operano in Libera Prestazione di Servizi o in Stabilimento e dell’analisi dei prodotti e delle relative pratiche di vendita. Viene mantenuta, consolidandola, la funzione di assistenza ai consumatori svolta dal Contact Center; 
  • l’istituzione/introduzione di funzioni attualmente non svolte o svolte in modo decentrato, quali ad esempio le competenze in materia di normativa di vigilanza, analisi macro-prudenziale (incluso il monitoraggio sulla stabilità finanziaria del settore) e analisi d’impatto regolamentare, attività queste che vengono attribuite al Servizio Normativa e Politiche di vigilanza; 
  • l’istituzione di un Servizio Studi e Gestione Dati con l’intento, tra l’altro, di massimizzare l’utilizzo delle banche dati già disponibili e di quelle che si andranno a creare. 

 

IL COMUNICATO 

Jun
7
2013

IVASS - PROVVEDIMENTO N. 6/2013: modifiche alla tabella allegata al Regolamento n. 2/2006.

Provvedimento n. 6 del 4/6/2013 che modifica le unità organizzative responsabili dei procedimenti di competenza dell'IVASS


Provvedimento n. 6 del 4/6/2013 che modifica le unità organizzative responsabili dei procedimenti di competenza dell'IVASS 

IL PROVVEDIMENTO

 

RecentComments

None