Oct
16
2012

UIF - Operazioni sospette di riciclaggio e reati fiscali e corruttivi

Dalla corruzione pubblica a quella privata, dall'evasione all'elusione fiscale, la reale efficacia delle attuali norme sul conflitto d'interessi a tutela dei beni sociali, degli investitori e del risparmio.


SOLDI NOSTRI, SOLDI LORO? 

Dalla corruzione pubblica a quella privata, dall'evasione all'elusione fiscale, la reale efficacia delle attuali norme sul conflitto d'interessi a tutela dei beni sociali, degli investitori e del risparmio.  

di Giovanni Castaldi 

Direttore dell’Unità di informazione finanziaria (UIF)


I temi trattati nel documento:

  • Corruzione, evasione fiscale e riciclaggio nelle sedi internazionali 
  • I presidi antiriciclaggio in Italia 
  • Contributo dell’UIF nel contrasto all’evasione fiscale e a fenomeni corruttivi 
    • Strumenti di ausilio per la rilevazione delle  segnalazioni di operazioni sospette: indicatori, modelli e schemi di anomalia 
    • L’attività di analisi
      • I dati
      • Attività corruttive e fenomeni di evasione fiscale 
 
Oct
12
2012

Banca d'Italia - ABF - Nomia di membri dell'organo decidente dell'ABF per il trienni 2012/2015

La Banca d'Italia, il 19 settembre 2012, ha nominato per il triennio 15 ottobre 2012 - 14 ottobre 2015 diciassette membri - tra effettivi e supplenti - dell'Organo decidente dell'Arbitro Bancario Finanziario...

 

La Banca d'Italia, il 19 settembre 2012, ha nominato per il triennio 15 ottobre 2012 - 14 ottobre 2015 diciassette membri - tra effettivi e supplenti - dell'Organo decidente dell'Arbitro Bancario Finanziario.

Dodici di questi sono stati nominati su designazione del Conciliatore BancarioFinanziario e cinque su designazione di Confindustria, di concerto con Confagricoltura, Confartigianato e Confcommercio. 

Provvedimento di nomina di membri dell’Organo decidente dell’ABF per il triennio 2012-2015  

Oct
11
2012

UIF - Riciclaggio e corruzione. Prevenzione e controllo tra fonti interne e internazionali

IL D.LGS. 231/2007 E LA NORMATIVA D’ATTUAZIONE. IL CONTRIBUTO DELL’UIF ALLA LOTTA ALLA CORRUZIONE

 

IL D.LGS. 231/2007 E LA NORMATIVA D’ATTUAZIONE. IL CONTRIBUTO DELL’UIF ALLA LOTTA ALLA CORRUZIONE 

Giovanni Castaldi 

Direttore dell’Unità di informazione finanziaria (UIF)

 

Riciclaggio e corruzione. Prevenzione e controllo tra fonti interne e internazionali 

Le cronache giudiziarie evidenziano quanto possa essere spregiudicata la strumentalizzazione delle istituzioni pubbliche e finanziarie a fini di corruzione e riciclaggio. Si tratta di reati di particolare pericolosità sociale: non solo determinano distorsioni nell’economia legale, alterando la parità concorrenziale e l’efficacia dei controlli pubblici, ma, specie in periodi di crisi come quello attuale, possono giungere a incrinare la stessa fiducia dei cittadini nei valori democratici...leggi tutto 

 

Oct
9
2012

TUB - Testo Unico Bancario: versione aggiornata al decreto legislativo 19 settembre 2012, n. 169

Versione aggiornata al decreto legislativo 19 settembre 2012, n. 169

 

Testo Unico Bancario

Decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385

Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia

Versione aggiornata al decreto legislativo 19 settembre 2012, n. 169

Ottobre 2012 

 

Oct
8
2012

Banca d'Italia: disposizioni in materia di sorveglianza sui sistemi di pagamento al dettaglio

La Banca d'Italia ha emanato il provvedimento "Disposizioni in materia di sorveglianza sui sistemi di pagamento al dettaglio".

 

La Banca d'Italia ha emanato il provvedimento "Disposizioni in materia di sorveglianza sui sistemi di pagamento al dettaglio".

Le disposizioni sono volte ad assicurare l'affidabilità e l'efficienza dell'offerta dei servizi di pagamento al dettaglio in Italia. Il provvedimento riguarda i soggetti che gestiscono sistemi di pagamento al dettaglio nonché i prestatori di servizi di pagamento che hanno sede legale e/o operativa in Italia. 
Per i gestori di sistemi di pagamento al dettaglio il provvedimento, in linea con i principi e le best practices internazionali, introduce prescrizioni relative agli aspetti di governance, controlli interni, esternalizzazione, collegamenti tra sistemi. Una specifica attenzione è riservata sia al controllo dei rischi d'impresa, legale e operativo, sia alle modalità stabilite per la partecipazione dei prestatori di servizi di pagamento al sistema. 
Per quanto riguarda i prestatori di servizi di pagamento è previsto che essi comunichino alla Banca d'Italia la denominazione del sistema estero eventualmente utilizzato per il regolamento dei pagamenti al dettaglio: ciò permetterà di verificare che tale sistema sia sottoposto a un regime di sorveglianza analogo a quello vigente in Italia.

La bozza del provvedimento è stata sottoposta a una procedura di consultazione pubblica che ha consentito a operatori, professionisti, accademici e associazioni di categoria di prestatori e utilizzatori di servizi di pagamento di fornire commenti e suggerimenti. Le principali osservazioni pervenute e le valutazioni svolte con riferimento a esse sono sintetizzate in un apposito documento, pubblicato sul sito internet dell'Istituto unitamente al provvedimento.

A corredo del provvedimento è stata inoltre predisposta una guida operativa dei controlli di sorveglianza. 

Testo delle Disposizioni 

 

RecentComments

None