Nov
15
2012
ABI

ABI - Banche: l’inclusione finanziaria dei migranti passa attraverso la famiglia

La crisi cambia la gestione del risparmio dei nuovi cittadini. Il 75% delle le famiglie è titolare di conto corrente in banca o presso BancoPosta. Oggi a Roma, presentazione del primo anno di attività dell’Osservatorio Nazionale sull’Inclusione Finanziaria dei migranti

IL DOCUMENTO

Cambia la gestione del risparmio  delle famiglie migranti per via della crisi, mentre prosegue e si consolida il processo di inclusione finanziaria dei nuovi cittadini, anche se con diverse velocità. Il 75% delle famiglie è titolare di conto corrente in banca o presso BancoPosta. È quanto emerge dall’indagine dell’Osservatorio Nazionale sull’Inclusione Finanziaria dei migranti nel suo primo anno di attività, presentata oggi a Roma. Prima esperienza nel panorama  italiano ed europeo, l’Osservatorio è un progetto pluriennale (con scadenza a giugno 2014), nato dalla collaborazione fra l’Associazione bancaria italiana (ABI) e il Ministero dell’Interno (Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di Paesi Terzi), e gestito dal Centro Studi di Politica Internazionale (CeSPI). “Quando l’integrazione passa anche dallo sportello” il titolo dell’evento che ABI e CeSPI – con la collaborazione del Ministero dell’Interno – dedicano al tema dell’inclusione finanziaria dei migranti...continua a leggere

 

 

 

blog comments powered by Disqus

RecentComments

None